Brigate Russe. La guerra occulta del Cremlino tra troll e hacker

Presentazione del libro della giornalista Marta Ottaviani
Sabato 4 Giugno
11:30
 - 
12:15
Biblioteca Comunale
L’ingresso a tutti gli eventi del Festival è gratuito fino ad esaurimento posti, non è prevista la prenotazione.
Registrati per seguire on line le dirette streaming e accedere a tutti i video on demand degli eventi del Festival.

Perché negli ultimi anni abbiamo sentito parlare sempre più di troll e bot russi? Cosa sono e quale strategia nascondono questi attacchi informatici? L’avvento al potere di Vladimir Putin, nel 2000, ha aperto una nuova fase nella storia della Russia, portando il Paese a nutrire maggiori ambizioni nell’arena internazionale non più sostenibili con le vecchie strategie. La cosiddetta ‘Dottrina Gerasimov’, che prende il nome dal Generale che l’ha teorizzata, è il punto di partenza della guerra non convenzionale che vede come strumenti principali internet, le nuove tecnologie e i social network. Una guerra occulta, che si combatte anche in tempo di pace e che ha, fra i suoi obiettivi, la manipolazione dell’opinione pubblica e l’uso dell’informazione come arma a largo spettro. Nel libro Marta Ottaviani illustra come Mosca sia riuscita a influenzare alcuni grandi conflitti e appuntamenti internazionali attraverso attacchi hacker ai danni di molti Paesi europei e legioni di troll al soldo del Cremlino, che operano per accrescere la popolarità di Putin e screditare gli oppositori. L’obiettivo è quello di far filtrare la versione dei fatti russa, ribaltando la realtà, anche attraverso una galassia di media legati a Putin e al suo cerchio magico.

CON:
Marta Ottaviani, giornalista 
Laura La Posta, giornalista Il Sole 24 Ore

Temi
Geopolitica
format
Talk

Servizi disponibili

on demand

Video on demand

I protagonisti

Giornalista
Caporedattrice Il Sole 24 Ore